Montefeltro 2005

Primo giorno



La mattina si presenta soleggiata, le bici sono pronte per la nuova impresa. Lasciamo Bologna alle 07.00 del mattino la meta è città di Modiagliana. Per prima parte del viaggio inforchiamo la via Emilia passando per Imola e tagliando poi, prima di Castel Bolognese, Riolo Terme.

Il tempo nella tarda mattinata peggiora, nel frattempo telefoniamo per trovare un posto per la notte a Modiagliana, ma la nostra ricerca è vana, inoltre il brutto tempo incalza. All'altezza di Riolo Terme rivediamo la nostra giornata. Decidiamo di dormire a Riolo e nel pomeriggio senza bagagli visitare la città di Brisighella.
La strada tra Riolo e Brisighella ha un panorama mozzafiato con i suoi calanchi ed è poco trafficata e ci permette di godere di tale panorama.

Si giunge a Brisighella, antichissimo borgo medioevale della Valle del Lamone, la cui peculiarità è una eccezionale via sopraelevata e coperta, denominata via degli asini. La giornata volge con un brusco temporale che fortunatamente non dura molto e ci permette di tornare per la stessa via alla nostra base.

La giornata finisce con una visita a Riolo "Città d'acque" così chiamata per le sue peculiarità affermatesi nei secoli; il suo nome deriva da un modestissimo rio (Rio Doccia, che da alcuni decenni è tombato), a carattere pluviale, presso il quale sorse la Rocca.

Per le caratteristiche di questo rio, il paese fu chiamato per circa due secoli "Riolo Secco"; solo nel 1914, per il valore delle sue acque minerali, prese il nome di "Riolo Bagni". Nel 1957,per la significativa fama dello Stabilimento Termale, assunta a livello nazionale, venne dato l'attuale nome di Riolo Terme.
Pernottiamo in campeggio e visto il maltempo prenotiamo una roulotte da noi chiamata scherzosamente la "SUITE"


<< back

Non si viaggia per viaggiare, ma per aver viaggiato.
Alphonse Karr