Ciclopista del sole 2010

Lungo il Secchia



Eccoci pronti per la seconda giornata.
Dopo la colazione iniziamo a montare le sacche alle biciclette e ci copriamo bene fa molto freddo e le previsioni non sono molto buone, in quanto sono previsti temporali.

Riprendiamo l'argine del fiume Secchia la strada per buona parte è sterrato anche qui incontriamo architetture rurali molto belle e piccole fattorie, ma vediamo anche i segni  dell'esondazione del Secchia.

A Bondello toviamo indicazione di itinerari diversi uno  di questi concerne il percorso delle architetture delle bonifiche.

Incrociamo una parte di questo percorso all'altezza dell'impianto idrovoro "Le Mondine"

Il cielo che all'inizio era minaccioso ora si apre e ci permette di  fare la sosta pranzo sull'argine  e ci  godiamo i raggi caldi di questo sole primaverile.

Dopo il ponte Motta ci dirigiamo  verso la località San Marino e da qui  proseguiamo per Cortile dove ci fermiamo  per la notte e la cena presso Locanda Ristorante l'Anatra.


<< back

Non si viaggia per viaggiare, ma per aver viaggiato.
Alphonse Karr