Montefeltro 2005

Terzo giorno



La mattina ci presenta un cielo terso dopo una abbondante colazione lasciamo la locanda e ci avviamo in direzione S.Pietro in Bagno.

Qui dobbiamo fare una lunga sosta per un guasto meccanico serio, fortunatamente abbiamo trova un maccanico appassionato di mountain bike, il quale ci ripara la bicicletta e ci fornisce un'accurata descrizione di itinerari del luogo. In tarda mattinata partiamo per la volta di Bagni di Romagna.

La cittadina è sorprendente con il suo "Il sentiero degli Gnomi" che è già stato frequentato da un grande numero di persone d'ogni età. Per maggiori informazioni www.bagnodiromagnaturismo.it

Da bagni di Romagna si prende la Tiberina per Verghereto ai piedi del Monte Cornaro dopo 4 km circa la Tiberina non è più praticabile per le auto , infatti si entra nella nuova super strada  "Tiberina"  non praticabile per le bici.
Un cartello blocca il transito noi non abbiamo scelta per oltre 5km percorriamo una strada abbandonata.Il momento devo dire è stato emozionante la strada taglia dentro ad un bosco è piena di curve e il fondo si presenta pieno di buche.
La vecchia Tiberina "rivive " a Pieve S. Stefano per poi arrivare a San Sepolcro. Alla fine abbiamo percorso la starda Tiberina per 60 km circa senza vedere macchine una "ciclabile incredibile" . Non possiamo dire per il tratto da san Sepolcro e Città di Castello una strada con un fondo pieno di buche e piena di traffico.

Il tempo si è guastato siamo in prossimità di Umbertide e ci deve esserci stato un forte temporale noi arriviamo con una pioggerellina. Pernottiamo ad Umbertide dove mangiamo alla locanda Appennino dove consigliamo di assaggiare la marmellata di cipolla con formaggi vari.


<< back

Non si viaggia per viaggiare, ma per aver viaggiato.
Alphonse Karr