Marche 2001

SETTIMO GIORNO



Dal lago di Chiusi abbiamo inforcato la strada delle tombe etrusche per poi prendere la direzione di Chianciano vecchia fino ad arrivare a Montepulciano, prima tappa di sosta.

Il nucleo storico di questo borgo  impreziosito da raffinate architetture medioevali e rinascimentali tra cui spicca la chiesa di Sant'Agostino, di fronte alla quale si erge la Torre con l'orologio dove un automa raffigurante Pulcinella batte le ore.
La chiesa di S. Biagio, fuori delle mura  autentico capolavoro di Antonio di Sangallo il Vecchio.
Ripartiamo passando per San Quirico d'Orcia fino ad arrivare alla città Siena dove abbiamo pernottato.
La giornata è stata lunga e faticosa abbiamo incontrato molti cicloturisti che venivano in direzione opposta.

Abbiamo avuto problemi a trovare un alloggio a Siena poichè mancavano pochi giorni al palio di agosto.
Fortunatamente era libera una stanza in un bed and breakfast, proprietaria una signora molto simpatica che ci ha raccontato molti aneddoti sulla città.
La sera si è conclusa girando per le strade di Siena.


<< back

Non si viaggia per viaggiare, ma per aver viaggiato.
Alphonse Karr