Monte Amiata 2004

Da Bagno Vignoni al Monte Amiata


Da Bagno Vignoni al Monte Amiata

Regione
: Toscana
Percorso: asfalto Km Totali 116
Giorni: 2 giorni
Difficoltà: media

Primo giorno 15/05/2004 18:36:00

Partenza da Bologna di buon mattino per raggiungere Bagno Vignoni (uscita Chiusi).
I mezzi sono stati parcheggiati fuori dalla cittadina, infatti il borgo presenta una singolare caratteristica; la piazza è una piscina di acqua termale.

Lasciato Bagno Vignoni la direzione è la città di Pienza. La giornata dal punto di vista metereologico non prometteva niente di buono.
Abbiamo inforcato una strada bianca che sbucava in prossimità di Pienza. Lasciata la cittadina e inforcata in questo caso l'asfalto abbiamo raggiunto S.Quirico D'Orcia.
Il paese è un antico borgo medioevale una bellissima porta ti invita ad entrare nel paese che si attraversa in pochi minuti.

Dopo una piccola pausa la direzione ora è Montalcino raggiungiamo il borgo attraverso un sterrato. A metà strada abbiamo inforcato il sentiero sbagliato che moriva in un casolare, nella strada di ritorno Davide ha rotto la catena, l'imprevisto ci ha fatto perdere un sacco di tempo malgrado fossimo attrezzati.

Dopo aver controllato le cartografie abbiamo trovato il sentiero giusto, fortunatamente non ci eravamo allontanati troppo dalle nostra meta.
Ormai era già mezzodì e la stanchezza e fame si faceva sentire, sulla strada di Montalcino abbiamo trovato il ristorante Boccon Divino.

Non potevamo trovar ristoro migliore per le nostre papille gustative. Il locale è molto raffinato, il cibo ottimo consiglio la Carabaccia ovvero grande zuppa di cipolle e l'agnello in crosta di mandorle, i vini sono primissima scelta, noi abbiamo scelto un rosso di montalcino, ottimo.

Dopo il lauto banchetto siamo entrati nel paese e visitato la fortezza, la giornata volgeva al bello.
Il pomeriggio la strada era tutta in salita una piccola sosta a S.Antimo, la direzione è Seggiano meta per la notte.

A Pescina abbiamo pernottato all' albergo - ristorante La Scottiglia, consigliamo la specialità è la scottiglia una sorta di zuppa di carne molto buona.

 

Secondo giorno 16/05/2004 18:41:00

Dopo la colazione e un breefing sulla giornata ci aspettava una bella strada in salita fino in cima al monte. La strada strada si inerpica dentro ad un fitto bosco si sentivano i grugniti dei cinghiali. Al bivio per il rifugio abbiamo fatto un rapida valutazione se proseguire o scendere verso Abbadia S.Salvatore in quanto il tempo volgeva al brutto.

Abbiamo deciso di scendere e la scelta si è rivelata giusta in quanto alle porte della città è cominciato a piovere e noi eravamo inoltre infreddoliti per la discesa. quando le condizioni ci hanno permesso di proseguire ci siamo diretti a Bagni San Filippo dove abbiamo fatto il bagno alle terme, in mezzo il bosco.

L'acqua termale chi ha riscaldati ma nel mentre ci cambiavamo una pioggia forte ed improvvisa ci ha fatto scappare e ci ha accompagnato per la via del ritorno.

Nei pressi di Bagno Vignoni il cielo si è aperto e il sole ha illuminato tutta la campagna permettendoci di gustare una merenda con salumi, pane e vino nella piazza del borgo e di goderci la particolarità della piazza.

Informazioni generali 15/05/2004 18:44:00

WWW.REGIONE.TOSCANA.IT

WWW.AMIATA.INFO

WWW.TURISMO.TOSCANA.IT

Link al ristoranti e pernottamenti durante questo viaggio

Per il pernottamento a Pescina albergo ristorante La Scottiglia
E-mail : lascottiglia@tin.it
www.lascottiglia.it
[tel] 0564 950993

Per il pranzo siamo stati a Montalcino presso il Ristorante "Boccon di Vino"
Località Colombaio Tozzi - Montalcino (Siena)
[tel] 0577 848233
email: boccon-di-vino@tele2.it

 

Scheda tecnica 15/05/2004 18:54:00

Per questo viaggi  abbiamo utilizzato le nostre fedeli MTB, tutte di elevato standart qualitativo, modificando solo le coperture in quanto i nostri itinerari sono quasi interamente su asfalto.

Il nostro consiglio è di utilizzare copertoni intermedi che permettano una buona scorrevolezza su asfalto e su strade bianche.

Nella scelta dell'abbigliamento, ovviamente, incide il periodo in cui si decide di intrapprendere il viaggio.
Le  serate sono molto fresche anche nei mesi estivi quindi, oltre all'abbigliamento classico da bicicletta (almeno tre cambi), consigliamo di attrezzarsi con pile e giacche antipioggia.
Per la sera abbigilamento comodo e informale.

Consigliamo di ridurre l'abbigliamento al minimo indispensabile, con un occhio a particolari come inserire un paio di scarpe di ricambio, gli oggetti e contenitori da toletta che abbiano dimensioni piccole.

Anche con sacche impermeabili consigliamo comunque di mettere gli abiti in contenitori di nylon e seguendo un ordine logico di utilizzo.

Si consiglia di portare oltre la solita attrezzatura per le riparazioni, anche una pinza del fil di ferro, filo per i freni, qualche freno  di ricambio, un pezzo di catena della bici. 

Altra attrezzatura in generale luci anteriori e posteriori per la bici, lucchetto con relativa catena, qualche elastico.

Portare con se sempre qualche barretta integrativa e acqua, una bottiglia di riserva oltre alle borracce.

Buon Viaggio


Non si viaggia per viaggiare, ma per aver viaggiato.
Alphonse Karr