menu

Una gita alla foresta di Broceliande 11/10/2009 13:00:00



Siamo arrivati al paesino di Paimpont, nella foresta di Broceliande il giorno 25 luglio 2009 alle ore 15:00.
Subito ci siamo recati nel centro per vedere come fosse.

A me ha incuriosito uno strano gioco, nel quale alcuni ragazzi tiravano dei dischi di ferro su una piattaforma di legno e mentre li lanciavano gli davano effetto.
Era un tipo di bocce, perche c’era un disco più piccolo e lo tiravano per primo.
Dopo avere visto quello strano gioco ci incamminamo con il nosro furgone a cercare il nostro nuovo alloggio.
Arrivati in un posto sperduto nella foresta di Paimpont, I miei genitori hanno chiesto se c’era una mobile home da sei.
La risposta è stata affermativa, subito li c’era una mobile home per due notti.
L’impatto non è stato uno dei migliori, però dopo un pò mi ci sono abituato, una cosa mi ha fatto impazzire sono stati I disegni sulle pareti del campeggio.

Sulla nostra mobile home c’era disegnato il castello di Trecesson, che in seguito siamo andati a visitare.
Arrivati al castello lo abbiamo visitato con una guida che parlava solo francese e i propietari del castello, e una leggenda narra che in una notte fredda e buia un guardiacaccia vide due uomini che scendevano da una carozza con una ragazza vestita da sposa che purtroppo seppellirono viva, e d’allora il suo spirito senza nome vaga per il castello in cerca di pace.
Dopo aver visitato il castello abbiamo scoperto che alla sera ci sarebbe stato uno spettacolo di musica Celtica.
Ripartiamo alla volta del centro di Paimpont per mangiare, ci siamo fermati a un piccolo locale dove la loro specialita era carne alla brace il suo nome era                    .
Venuti via da lì siamo al concerto di musica Celtica e poi a dormire.

Filippo Muratori

Trecesson

Il ritorno di Merlino Foresta di Paimpont - I siti leggendari della foresta di Paimpont

<< back

Il mondo é un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina.

Sant'Agostino